A SCUOLA DI SOPRAVVIVENZA Quale libertà e quali diritti nella scuola azienda?

Giovedì 27 febbraio 2020 presso l’IIS Belluzzi-Fioravanti – Via G.D. Cassini 3, BOLOGNA si terrà il convegno nazionale per la formazione del personale scolatico.

Per iscriversi cliccare qui
Clicca qui per scaricare e stampare l’opuscolo del convegno

Sempre più spesso le persone che lavorano a scuola lamentano di essere coinvolte in situazioni difficili vissute a scuola, in genere provocate dall’autoritarismo di taluni dirigenti, da attacchi da parte di genitori ed a volte persino da alunni/e. Occorre prendere atto che problematiche legate a fenomeni come S tress Lavoro Correlato, Burnout e perfino Mobbing sono oramai ampiamente diffuse negli ambienti scolastici.

Questo fatto è ampiamente riconosciuto anche dalle istituzioni ed appare comune a molti Stati, così come è stato recepito anche nelle normative vigenti e in particolare nel decreto 81 (testo unico sulla sicurezza sul lavoro).
Nonostante ciò, la situazione non accenna a migliorare, anzi la percezione è che il fenomeno si vada sempre più allargando e aggravando.
Per questo motivo vogliamo proporre una campagna che affronti questa tematica, però con un approccio nuovo e non istituzionale, che parta dall’emersione del fenomeno, da una analisi delle cause, che noi consideriamo legate anche alle trasformazioni in atto nel mondo
della scuola, ed arrivi a proporre strategie e pratiche per mettere in discussione questo stato di cose.
Inoltre cercheremo di ricostruire un quadro generale in cui trovano origine i diritti e gli obblighi del personale della scuola. Analizzando le trasformazioni che l’Autonomia scolastica e la contrattualizzazione del rapporto di lavoro hanno determinato nella vita quotidiana all’interno delle nostre scuole; cercando di costruire nessi di causalità tra queste trasformazioni e la situazione pesante che si va delineando per tutti i/le dipendenti della scuola.
Verranno proposti strumenti di tutela e pratiche collettive che possano essere utilizzate per difendere gli spazi di democrazia, la libertà, la dignità ed il benessere dei lavoratori e lavoratrici della scuola.


Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su Pinterest